VinKiamo

Collaborazione con le scuole e gli studenti

VinKiamo nasce nel 2021 da una collaborazione tra l’Università di Verona e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto e adesso comprende tutte le attività di AlpiLinK svolte in collaborazione con le scuole. VinKiamo costituisce la parte più importante dell’aspetto partecipativo di AlpiLinK. Sono attive collaborazioni con numerose scuole in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Alto Adige, Trentino e Valle D’Aosta. Sono in corso tre tipologie di attività intrecciate fra di loro (vedi i dettagli nei siti web dedicati indicati in fondo alla pagina).

Sensibilizzazione in materia di multilinguismo/plurilinguismo

Tutte le azioni intraprese nel contesto VinKiamo comprendono la sensibilizzazione degli studenti relativa sia al multilinguismo storico e al valore che ha per il territorio, sia al plurilinguismo della persone con i benefici cognitivi che comporta. Un argomento importante è l’autobiografia linguistica: gli studenti, usando strumenti come la sagoma linguistica, si rendono conto del proprio repertorio linguistico che nella realtà scolastica odierna può includere, oltre alle lingue di studio e dialetti e lingue minoritarie locali, anche le lingue d’immigrazione (vedi il flyer di un esempio di attività composta da formazione insegnanti e laboratori per gli studenti). In collaborazione con un istituto comprensivo in area montana è stato realizzato un progetto specifico sul beneficio del plurilinguismo per lo sviluppo linguistico tipico e in apprendenti con dislessia nella scuola primaria. Il progetto prevedeva una mappatura dello sviluppo delle abilità di lettura in bambini monolingui e bilingui, la realizzazione di un breve percorso didattico per rafforzare le abilità morfologiche dei bambini, utili per la comprensione del testo, e unità di formazione in materia per gli insegnanti. Il fine del progetto è stato la promozione del multilinguismo, in questo territorio tipicamente caratterizzato dalla compresenza di italiano e parlate locali/lingue minoritarie, aumentando la consapevolezza dei suoi benefici per lo sviluppo delle abilità linguistiche negli studenti a sviluppo tipico e atipico.

Raccolta dati e cittadinanza attiva

VinKiamo in origine nasce come proposta agli studenti del triennio degli istituti secondari di secondo grado di partecipare attivamente alla raccolta dati e salvaguardia dei dialetti e delle lingue minoritarie dell’Italia settentrionale. In questo modo VinKiamo si intreccia con il progetto AlpiLinK, proprio come in passato con il precedente progetto VinKo (da cui deriva la denominazione “VinKiamo”). La partecipazione alla raccolta dati permette ai giovani partecipanti di affinare le proprie competenze digitali, linguistiche e di cittadinanza attiva, oltre alle proprie abilità relazionali, incontrando parlanti di diverse generazioni e ponendosi come intermediatori tra la piattaforma crowdsourcing di AlpiLinK e gli informanti stessi, che potrebbero non essere abituati ad usare gli strumenti informatici in autonomia. Nel 2024 le attività sono state estese alla raccolta delle manifestazioni scritte delle lingue nello spazio pubblico (“Linguistic Landscaping”). Documentando (fotografando), discutendo ed analizzando la lingua scritta gli studenti si rendono conto della presenza di lingue minoritarie, straniere (tedesco, inglese etc.) e dialetti e lavorano sui significati espressi attraverso la diversità linguistica. Le fotografia raccolte arricchiscono la sezione “Linguistic Landscape” del portale AlpiLinK. Le attività sono funzionali al rispetto e alla tutela delle minoranze linguistiche e del multilinguismo che caratterizza il nostro territorio e alla salvaguardia del patrimonio linguistico dell’arco alpino italiano.

Analisi dati e metodo scientifico

Partendo dai dati raccolti anche grazie a VinKiamo, che sono disponibili nella sezione “Ascolta & Esplora” di questo sito, il team di AlpiLinK si propone di creare un raccordo tra la ricerca in linguistica e la scuola, con lo scopo di promuovere l’impiego di metodologie didattiche innovative, che si avvalgono di banche dati e materiale linguistico autentico.

Nelle attività destinate agli studenti degli istituti secondari di secondo grado si sviluppano proposte didattiche che valorizzano il lavoro svolto dagli studenti grazie al crowdsourcing, evidenziando come il loro operato consente di scoprire meglio il funzionamento delle lingue. Nello specifico, si focalizza sull’impiego del metodo scientifico per l’analisi di dati linguistici e la valorizzazione del pluri- e multilinguismo. Il percorso formativo si articola da un lato in incontri con i docenti e dall’altro nello svolgimento di laboratori interattivi per gli studenti che i membri del team di AlpiLinK tengono negli istituti partecipanti.

Il progetto pilota “La tosa, la buteleta o la fiola? Esplorazioni nelle lingue del Veneto” ha avuto luogo nell’anno scolastico 2023/2024. Il materiale didattico sviluppato per i laboratori condotti può essere richiesto al team AlpiLinK e liberamente utilizzato dai docenti interessati.

Per approfondire